Lettera22punto0 – Blog di Loris Pironi

11 maggio 2010

La redazione di Flying al Festival Mare di Libri di Rimini. Romperà il ghiaccio presentando Fabrizio Gatti e il suo “Eco della frottola”

Vi ho già parlato di Flying, la rivista on line realizzata dai ragazzi delle scuole medie del corso di giornalismo che tengo a Rimini assieme alla scrittrice Simona B. Lenic, nell’ambito del Laboratorio di Myriam.

Bene. La redazione di Flying al gran completo parteciperà ad un’iniziativa estremamente interessante, in occasione della terza edizione di Mare di libri, il “Festival dei ragazzi che leggono”, che si terrà a Rimini dal 18 al 20 giugno.

I ragazzi che hanno preso parte al corso di giornalismo del Laboratorio di Myriam – da cui è nato il magazine fatto da e per ragazzi – sono stati chiamati per introdurre il primo ospite della rassegna, il pluripremiato giornalista Fabrizio Gatti, protagonista di grandi inchieste per il Corriere della Sera e per l’Espresso, come quella sulle condizioni di vita dei clandestini detenuti nei centri di permanenza temporanea di Lampedusa. Fabrizio Gatti è stato invitato al Festival per presentare il suo libro L’eco della frottola, edito da Rizzoli. Dovrà sottoporsi alle domande dei nostri brillanti giovanissimi redattori sul tema principale del suo libro: come nasce una notizia? O meglio, come nasce una notizia falsa?

L’incontro, appunto, servirà per rompere il ghiaccio a questa terza edizione del festival. Per mettere alla prova i nostri baldi ragazzi e anche, credo, il bravo Fabrizio Gatti. Quando ci si mettono gli adolescenti sono lettori attenti fino alla pignoleria, e critici severissimi: non vorrei essere nei suoi panni…

Appuntamento venerdì 18 giugno alla Sala del Giudizio dei Musei Comunali, alle 15.

15 aprile 2010

Riparte il corso Giornalisti in erba. Finalmente!

Ci sono tante cose che vorrei dire, che vorrei approfondire, che vorrei segnalare. Notizie che mi colpiscono, avvenimenti che mi coinvolgono, persone e situazioni di cui mi piacerebbe raccontare. Quello che manca, me ne rendo conto, è il tempo. E a volte quando un po’ di tempo lo possiamo recuperare, magari a venire meno è la lucidità. Come giornalista sono nato con la carta, e la carta è come il tempo, non va sprecata. Quando scriviamo qualcosa, per me, è sempre qualcosa che deve rimanere. Scrivere per scrivere, come spesso succede per il web, non fa per me.

Adesso ho deciso di ritagliarmi un po’ di tempo. Se la lucidità è quella giusta lo scoprirò presto, per ora ne approfitto e lancio 2-3 post in rapida successione.

La prima notizia è personale e riguarda il corso di giornalismo riservato ai ragazzi delle scuole medie che inizia proprio oggi pomeriggio che curo insieme alla scrittrice Simona B. Lenic. Nel primo corso è nato Flying, giornale on line realizzato dai nostri ragazzi, che dopo aver trovato il nome della rivista, dopo aver ragionato su quello che volevano raccontare sul loro giornale, dopo aver realizzato la grafica della testata hanno scritto tutto quello che pensavano e che volevano dire. E, qualcuno potrà rimanerne sorpreso (io certo no, non ne avevo alcun dubbio) hanno davvero tanto da dire e lo sanno dire bene, con chiarezza e buon linguaggio.

Per questo voglio dire che sono molto contento che oggi si ricomincia.

PER CHI VOLESSE SAPERNE DI PIU’ SUL CORSO GIORNALISTI IN ERBA

IL PRIMO NUMERO DI FLYING, SFOGLIABILE ON LINE


Blog su WordPress.com.