Lettera22punto0 – Blog di Loris Pironi

11 gennaio 2013

Primo giorno di scuola (di giornalismo)

Una nuova avventura comincia. Ed è un’avventura estremamente stimolante, che posso vivere grazie al mio giornale, Fixing. Grazie alla collaborazione con alcuni professori e con la preside del Liceo Economico, istituto secondario superiore della Repubblica di San Marino, parte un corso di giornalismo che vedrà me e la mia “squadra” alle prese con un manipolo di ben 19 ragazzi, studenti delle classi quarta e quinta. Diventeranno una vera e propria redazione, una redazione che sicuramente farà invidia a tanti altri direttori… (more…)

Annunci

12 gennaio 2012

Giornaleide. Perché la fine stile maya dei pubblicisti è una bufala

Filed under: Giornalismi — lettera22punto0 @ 4:23 pm
Tags: , , , ,

Giornalisti, vil razza dannata. Anche voi, cioè anche noi, finiti nel tritacarne del cosiddetto decreto “salva-Italia”. Anche voi, cioè noi, alle prese con problemi che mettono a rischio la professione e la professionalità. Oppure non è così?

Da giorni impazza in rete un tam tam tra addetti ai lavori in merito all’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e, soprattutto, al dramma a cui andrebbero incontro i poveri pubblicisti ovverosia tutte quelle persone (in Italia sono circa 80 mila) che non svolgono primariamente l’attività di giornalista ma di fatto collaborano con testate di ogni tipo.  Le funeste previsioni che gravano sul loro capo sono così fosche che neanche le avessero scritte i Maya: estinzione di massa entro pochi mesi.

Piccolo dettaglio: le notizie che gli stessi giornalisti hanno contribuito ad amplifiare non sono vere e non hanno un fondamento. Ecco perché approfittiamo dell’occasione per concederci qualche riflessione sulla professione del giornalista. (more…)

11 ottobre 2011

A Rimini riparte il laboratorio di giornalismo per ragazzi delle scuole medie e delle superiori

Prime lezioni questo giovedì, 13 ottobre, al Laboratorio di Myriam, in vicolo Gioia)

 

Come possiamo raccontare le nostre passioni, la musica, lo sport, il mondo proprio come lo vediamo noi, con un linguaggio che possano capire in tanti, anche chi non abbiamo mai visto in faccia?

Con un taccuino e le parole appropriate si possono raccontare storie, esprimere opinioni e arrivare anche a fare interviste. Questo l’obiettivo del laboratorio di giornalismo dedicato ai ragazzi di medie e superiori, tenuto dal sottoscritto e da Simona B. Lenic, giornalista pubblicista e scrittrice, nella sede dell’associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini (centro storico, Vicolo Gioia 8).

Il laboratorio per i ragazzi dai 15 anni – che si svolge da tre anni e ha dato vita al magazine on line Flying (http://flyingonline.wordpress.com) – comincia giovedì 13 ottobre, dalle 17.30 alle 18.30, per un totale di 8 incontri.

Per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni partirà quest’anno un laboratorio che si svolgerà da giovedì 27 ottobre, dalle 16.15 alle 17.15, per un totale di 10 incontri.

 

Il laboratorio si svolgerà nella sede dell’associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini (vicolo Gioia 8, in centro storico, dietro alla Coin).

 

Per informazioni e iscrizioni: Direzione Laboratorio di Myriam tel. 0541.24138 (dal lunedì al sabato ore 10-12.30 e 17-19.30. Martedì solo mattina) oppure simonalenic@libero.it

Guardate come scrivono i nostri ragazzi. Ecco Flying, il giornale on line che esce solo quando gli va. Ma che spacca…

Siamo abituati a pensare al futuro come a una condizione impalpabile, o a una generica fonte di preoccupazione o come ad un’angustia, a seconda che la prospettiva sia personale o universale. In realtà il futuro noi ce l’abbiamo davanti agli occhi, tutti i giorni. Il nostro futuro è rappresentato da quei ragazzi che ci sfrecciano di fianco in motorino al semaforo, o che schiamazzano all’uscita da scuola. È a loro che – per sfruttare un’immagine chiara anche se abusata – in un futuro prossimo consegneremo le chiavi del mondo, con tanti auguri. (more…)

5 ottobre 2011

Wikipedia s’imbavaglia contro la legge bavaglio. Ecco come aggirare il blocco e utilizzarla comunque

Wikipedia in sciopero. Hainoi, hailoro.

Per colpa della cosiddetta “legge bavaglio” la celebre enciclopedia on line ha deciso d’imbavagliarsi da sola, preventivamente. Ed ha chiuso i battenti, almeno per il momento, per protesta. Una protesta che ha fatto il giro del web, e come potrebbe essere diversamente? (more…)

19 luglio 2011

Dove può arrivare la libertà di stampa? Intercettazioni e slealtà, note a margine sulla chiusura del News of the World

La libertà di stampa. Un bel concetto, con cui ci si riempie la bocca. Un concetto sfruttato soprattutto da chi ha a propria disposizione le massime garanzie – leggi i baroni della Rai – quando invece c’è davvero chi lavora senza tutele.

Quello su cui vorrei riflettere oggi è fino a dove la libertà di stampa può arrivare.

Sui giornali italiani leggiamo valanghe di intercettazioni telefoniche, comodamente fatte arrivare ai giornalisti amici dai magistrati, prima ancora che queste vengano rese note ai diretti interessati. La pubblicazione delle intercettazioni che riguardano episodi o aspetti della vita che non toccano neanche marginalmente le eventuali inchieste in corso è il vero scandalo, e lo dico da giornalista. Una vergogna che mette in mostra l’aspetto peggiore delle relazioni pericolose che legano tra loro in maniera perversa i media, la magistratura e la politica.

Certo, c’è chi sta peggio, ma questo non consola. Una riflessione è d’obbligo sulla chiusura del News of the World, il domenicale del Sun, oltre 2,5 milioni di lettori. (more…)

19 aprile 2011

Il Pulitzer per la prima volta premia il giornalismo on line. In Italia siamo indietro anni luce

Premio Pulitzer

Mentre in Italia i giornali imbrattano pagine e pagine di preziosa carta ricopiando intercettazioni telefoniche da atti giudiziari, per fortuna c’è ancora chi continua a fare sano giornalismo.

Dal 1917 negli Stati Uniti d’America il Premio Pulitzer rappresenta un obiettivo e uno stimolo per chi cerca di interpretare la missione del giornalismo nel migliore dei modi. Anche perché se vincere un Pulitzer non ti fa diventare ricco (10 mila dollari il premio per i vincitori delle 21 categorie), permette tuttavia di mettere a segno una svolta importante nella carriera.

Mentre in Italia, dicevamo, si sguazza nel fango del retrobottega della politica – che tristezza – dalla sede della Columbia University arrivano segnali importanti. (more…)

25 febbraio 2011

Chi si rivede (in Rai), Giulianone Ferrara. Avrà una striscia informativa tutta sua subito dopo Minzolini

Filed under: Giornalismi,Tele-visione — lettera22punto0 @ 5:51 pm
Tags: , , , , , , , ,

Chi si rivede, in Rai, Giuliano Ferrara. Dopo il Tg di Minzolini troverà spazio anche il Giulianone nazionale con una striscia informativa serale immediatamente dopo il Tg1 delle 20. Se Rai2 e Rai3 suonano i tamburi di Santoro, Floris e (perfino) Saviano, Rai1 farà suonare il trombone del direttore de Il Foglio. Una collaborazione importante per un posizionamento importante nei palinsesti. (more…)

17 settembre 2010

L’usato garantito di Enrico Mentana: gli ascolti record del suo Tg a La7 sono l’elogio della normalità

Incredibile: da quando è tornato in video, sembra che il giornalismo sia risorto. E anche una rete secondaria (pur apprezzabile) come La7 si è scoperta un vero e proprio punto di riferimento per l’informazione in Italia. Cosa è cambiato nel Tg di La7 rispetto a prima dello sbarco di piperito Mentana? Molto poco, all’apparenza. Era un telegiornale completo e corretto prima, non troppo schierato, e lo è oggi. Un fatto è certo: grazie proprio al suo direttore, il telegiornale della settima rete italiana adesso non è più snobbato dai big della politica. Perché, potendo scegliere dove andare a raccontare le stesse cose (anche nel senso che è sempre aria fritta…), al Tg5, magari su Rai3 oppure dal buon Mentana, oggi, un politico che si rispetti sa che Mentana offre più che mai un buono share e un impatto mediatico più forte. (more…)

11 maggio 2010

La redazione di Flying al Festival Mare di Libri di Rimini. Romperà il ghiaccio presentando Fabrizio Gatti e il suo “Eco della frottola”

Vi ho già parlato di Flying, la rivista on line realizzata dai ragazzi delle scuole medie del corso di giornalismo che tengo a Rimini assieme alla scrittrice Simona B. Lenic, nell’ambito del Laboratorio di Myriam.

Bene. La redazione di Flying al gran completo parteciperà ad un’iniziativa estremamente interessante, in occasione della terza edizione di Mare di libri, il “Festival dei ragazzi che leggono”, che si terrà a Rimini dal 18 al 20 giugno.

I ragazzi che hanno preso parte al corso di giornalismo del Laboratorio di Myriam – da cui è nato il magazine fatto da e per ragazzi – sono stati chiamati per introdurre il primo ospite della rassegna, il pluripremiato giornalista Fabrizio Gatti, protagonista di grandi inchieste per il Corriere della Sera e per l’Espresso, come quella sulle condizioni di vita dei clandestini detenuti nei centri di permanenza temporanea di Lampedusa. Fabrizio Gatti è stato invitato al Festival per presentare il suo libro L’eco della frottola, edito da Rizzoli. Dovrà sottoporsi alle domande dei nostri brillanti giovanissimi redattori sul tema principale del suo libro: come nasce una notizia? O meglio, come nasce una notizia falsa?

L’incontro, appunto, servirà per rompere il ghiaccio a questa terza edizione del festival. Per mettere alla prova i nostri baldi ragazzi e anche, credo, il bravo Fabrizio Gatti. Quando ci si mettono gli adolescenti sono lettori attenti fino alla pignoleria, e critici severissimi: non vorrei essere nei suoi panni…

Appuntamento venerdì 18 giugno alla Sala del Giudizio dei Musei Comunali, alle 15.

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.