Lettera22punto0 – Blog di Loris Pironi

9 febbraio 2012

Non amo la giornata sulla memoria. Riflessioni sull’antisemitismo, sul negazionismo e sulla follia umana in genere

Per un periodico internazionale ho scritto un pezzo, più che altro una riflessione, sulla Giornata della Memoria. Lo ripropongo sul blog, sia pure con qualche giorno di ritardo. O con qualche giorno di anticipo per chi incapperà in questo post in occasione della Giornata della Memoria dell’anno prossimo… A corredo dell’articolo la copertina di Maus, di Art Spiegelman, graphic novel di altissimo livello, che consiglio spassionatamente.

Non amo la Giornata della Memoria. Non vorrei ricordare cosa l’uomo è capace di fare, con tutto il suo genio e la sua intelligenza.

Non vorrei pensare a quei sei milioni di morti, alle atrocità che rappresentavano la quotidianità nei campi di sterminio.

Non vorrei che mi costringessero ogni anno, un giorno specifico, il 27 di gennaio, a soffermarmi sul dramma della Shoah. È un dramma troppo grande, per noi. Già facciamo una grande fatica a vivere i nostri piccoli drammi quotidiani: perché allora questa crudeltà, perché gravarci di questo fardello, di questa colpa collettiva?

Io non c’ero nemmeno in quegli anni. Neanche i miei genitori erano nati.

Però so che ricordare la pagina più nera della nostra storia è l’unica cosa giusta da fare. So che c’è un motivo reale se dobbiamo essere marchiati, non con un numero sul braccio ma con un tatuaggio indelebile sulla coscienza.
Per noi che siamo nati nel XX secolo, o subito dopo, lo sterminio degli ebrei è una sorta di peccato originale. Ci siamo nati, punto e basta. E se il nostro battesimo, una volta l’anno, deve essere la Giornata della Memoria, ce ne faremo una ragione.
Anche perché ricordare non è così scontato. La follia del negazionismo, non solo in un qualsiasi folle regime iraniano ma anche nella nostra modernissima Europa filogermanica, è un rigurgito che ogni tanto si ripropone con forza. È anche per questo che ogni 27 gennaio abbiamo il compito di metterci una mano sulla coscienza, di batterci cristianamente il petto in un contrito atto di dolore per un peccato che altri hanno commesso. Perché se è vero che lo sterminio del popolo ebraico è stato il progetto di un folle, in tanti l’hanno seguito. E l’antisemitismo che alberga nella mente perfino di molti  insospettabili è un retaggio culturale – e politico – che appartiene alla nostra storia.
State con Israele o con la Palestina, è la domanda che i media nazionali sottintendono, a seconda dello schieramento verso il quale sono inchinati, quando di malavoglia si voltano dalla parte di quel martoriato angolo di terra arida. Come se ci fosse qualcuno che ha torto e qualcuno che ha ragione. Come se il terrorismo o la violenza, le azioni di guerriglia e le reazioni militari, potessero essere giustificati moralmente in virtù delle colpe dell’altro.
Ma alla fin fine, per tornare alla Giornata della Memoria, non è per il destino degli ebrei che oggi ci dobbiamo preoccupare. Il popolo di Israele ha dimostrato negli ultimi decenni di sapersi difendere molto bene. Stanno peggio i poveracci in Niger, dove la guerra civile provoca migliaia di profughi che non si meritano una breve su un giornale; o in Siria, che non è la Libia ma si muore lo stesso per mano dello Stato. Senza parlare degli altri genocidi, quello armeno, quello dei curdi.

Per i quali non ci sono né giornate né tanto meno memorie.

Annunci

8 commenti »

  1. It’s going to be end of mine day, except before finish I am reading this fantastic piece of writing to increase my knowledge.

    Commento di cheapest gas — 25 aprile 2013 @ 6:08 pm | Rispondi

  2. I like the valuable info you provide in your articles.
    I’ll bookmark your blog and check again here regularly. I’m quite sure I will learn plenty
    of new stuff right here! Good luck for the next!

    Commento di sizzling hot online darmowe gry — 14 giugno 2013 @ 5:07 pm | Rispondi

  3. Health supplement experts, software freelancing India is the new best decision.

    Commento di obróbka blach — 24 giugno 2013 @ 1:31 pm | Rispondi

  4. There’s certainly a lot to know about this issue. I like all the points you’ve made.

    Commento di Leonard — 5 luglio 2013 @ 3:55 am | Rispondi

  5. Right now it appears like WordPress is the best blogging
    platform available right now. (from what I’ve read) Is that what you are using on your blog?

    Commento di Online Casino — 26 luglio 2013 @ 11:28 pm | Rispondi

  6. Really when someone doesn’t know afterward its up to other users that they will assist, so here
    it takes place.

    Commento di c-store sales — 21 settembre 2013 @ 11:54 pm | Rispondi

  7. グルコサミンは体に不可欠なもので、腰が重いときでもグルコサミンサプリを飲めば、立ったり座ったりが改善します。クッションが減った際にサポートするために軟骨成分を補給する時にグルコサミンサプリは効果的ですし、天然型グルコサミンサプリはひざで悩んでいる多く人が試した方法です。大事な運動を欠かさないために、多くの女性が実践されています。

    Commento di グルコサミンサプリメント — 17 maggio 2016 @ 6:42 am | Rispondi

  8. からだの見た目が気にかかるようになるのは、夏が近づき薄着になる頃です。

    下半身やうでについた皮下脂肪は、寒いうちは見逃していますが暑くなってくると逃げようもありませんね。目標体重との差が広がれば、取り返しがつかなくなってしまうのでニッチもサッチもいかなくなる前に手を打ち始めるべきでしょう。痩せたいをどうにかこうにか実現していくためには食べるものに配慮することが絶対条件と言えます。カロリーの多すぎる食事は避けて健康的な食事に配慮することがスリムになりたいを具体化させる要件です。スリムになりたいのために食事量を減らしたとしても、健康を保つために必要な栄養成分はしっかり摂っておくことです。からだが欲している栄養は確保し、太らない食生活をすることと、カロリー制限することはともに肝要と言えるでしょう。ほとんどの人が三食のうちで一番ボリュームのある食事は夕食になっているようですが、夜ご飯はあまり炭水化物は摂らないほうがいいです。食事の後に急に血糖値スパイクならないようにするには白米やパンなどから口にせずに季節のやさいの料理など血糖値の上がりにくい料理から食べるようにしましょう。食事制限中はうどんなどの炭水化物だけでなくたんぱく質の多い食材を使った食事に配慮すると減量化しやすくなります。体内に蓄積されていた脂肪を消費させるためにはどうしても身体を動かさないといけません。運動やスポーツと合わせて食事内容を見直しカロリー制限をやるとよいでしょう。スリムになりたいを成功させるために大事なことは無理をせずに継続できることが大切です。

    Commento di キュッとCUTTO — 17 gennaio 2017 @ 1:37 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: