Lettera22punto0 – Blog di Loris Pironi

12 febbraio 2010

Flying, rivista on line. Guardate cosa e come scrivono i “nostri” ragazzi!

Per una volta non andrò ad affrontare temi di attualità né vi tedierò (a parte tutto spero non capiti davvero…) con la mia insana passione per il football americano. Questa volta vi voglio dimostrare che ci sono ragazzi così in gamba da sorprendervi, anche se non siete tra quelli che bollano gli adolescenti di oggi come una manica di semianalfabeti di ritorno a causa del bombardamento di tecnologia – telefonini, chat, videogame – a cui noi stessi li abbiamo sottoposti.

Sono i giovani – classe adolescentes, famiglia intelligens, per chi ama catalogarli – che hanno appena portato a termine il primo corso di giornalismo che ho tenuto, all’interno del Laboratorio di Myriam, assieme a Simona B. Lenic, che per gli amanti del gossip è anche mia moglie, non solo una delle scrittrici più fluide e coinvolgenti in circolazione.

Flying è il nome della rivista, sfogliabile on line (cliccate sopra l’immagine!) che hanno creato i ragazzi. Noi abbiamo solo ragionato insieme a loro e creato la gabbia grafica del giornale, tutto il resto è assolutamente farina del loro sacco. Hanno trovato il nome della rivista – Flying, perché volando si vedono le cose da tutt’altra prospettiva – hanno realizzato graficamente l’immagine della testata. Hanno scelto gli argomenti, li hanno sviscerati. E, francamente, sono riusciti a lasciarci a bocca aperta.

Mi piacerebbe sinceramente ricevere commenti su questo giornalino, sui vari articoli ma anche sul variopinto mondo dell’adolescenza: dite cosa ne pensate, perché questo è un argomento su cui un confronto è sicuramente utile. Per tutti.


Annunci

1 commento »

  1. I migliori adolescens intelligens dell’Olocene! Ma Willy non è sorpreso. Sono gli organi di informazione che dipingono gli adolescenti in malo modo, ma basta spegnere la tv, o non leggere i giornali e basarsi su quello che si vede con i propri occhi o su quello che si è vissuto nella propria esperienza per capire che il mondo è completamente diverso da quello che passa in tv (dove l’occhio non è il nostro, ma quello dell’editore che vuole fare solo i soldi e dunque mettere solo cattive notizie perchè fanno ascolto): in tre interi edifici scolastici (elementari, medie e superiori) che contengono migliaia di ragazzi, di veri delinquenti casinari Willy non ne ha visti più di 10 (su mille e più). Willy è sempre stato in classi dove non ce n’è mai stato uno, dove il numero di chi andava bene comportandosi bene è sempre stato nettamente superiore a chi andava male e non aveva voglia di far niente. Willy non è mai preoccupato degli adolescenti, ma degli adulti. Sono gli adulti gli “sfattoni” che perdono il senso delle cose. Gli adulti devono ritornare a scuola per liberarsi – almeno parzialmente in quanto serve per mangiare – del dio denaro che li guida sempre e solo in un’unica direzione. Presa quella direzione, l’adulto non l’abbandona più: invece dovrebbe essere aperto a qualsiasi esperienza nuova e anche incerta, come un adolescente. L’adulto non ha più voglia di evolversi.

    Commento di Willy — 14 febbraio 2010 @ 10:00 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: